Detrazione fiscale sull’acquisto di una nuova caldaia 2015-2016

Scegliere di installare una caldaia è sicuramente una scelta ottima dato che questa tipo di sistema di riscaldamento è efficiente, ha ottima resa energetica e, in base ai vari modelli o tipologie, è possibile avere un buon risparmio economico e salvaguardare la natura.

detrazione fiscale caldaie firenze
detrazione fiscale caldaie firenze

Due sono le tipologie principali di caldaie:

  • la classica / standard (la combustione di metano o gpl genera una fiamma che scalda, attraverso lo scambiatore di calore -una serpentina in rame-, l’acqua che verrà impiegata per il riscaldamento o per uso sanitario);
  • a condensazione (il meccanismo è lo stesso della caldaia classica, ma il risparmio è superiore in quanto, questa caldaia per scaldare l’acqua, sfrutta la combustione ma anche il calore presente nei funi di scarico. Viene consumato meno combustibile per raggiungere la temperatura desiderata)

I modelli di caldaia sono molti e si differenziano in base alla loro funzionalità (riscaldamento, acqua calda sanitaria o entrambe), al posizionamento (a muro o a basamento), all’alimentazione (metano, gpl, legno, pellet).

Qualsiasi sia la vostra caldaia sarà sicuramente un vantaggio averla perchè avrete il giusto tepore, ma con una spesa contenuta e riducendo le immissioni inquinanti nell’atmosfera.

Proprio per questo motivo sono state istituite le detrazioni fiscali.

DETRAZIONI FISCALI CALDAIE FIRENZE 2015-2016: OPPURTUNITA’ DI RISPARMIO.

Le detrazioni fiscali sono agevolazioni fiscali, incentivi statali che si possono richiedere e di cui si può usufruire in determinati casi di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica.

Sono dei veri e propri rimborsi per una parte della spesa sostenuta per installare o aggiornare il sistema di riscaldamento e possono essere richiesti sia da cittadini privati che da condomini.

Si può usufruire di detrazioni fiscali nel caso in cui si voglia sostituire una vecchia caldaia o la si voglia “aggiornare” apportando modifiche le ne aumentano la resa energetica.

Le detrazioni si possono richiedere nel caso si voglia installare: una caldaia a condensazione, caldaia a biomassa (a pellet, legno, nocciolino) o pompa di calore.

Se si sostituisce la caldaia è possibile richiedere una:

  • detrazione del 50 % (in caso di ristrutturazione )
  • detrazione del  65 % (in caso di riqualificazione energetica ).

La normativa di riferimento a questo proposito è la legge n. 90/2013 del 3 agosto 2013 con le relative integrazioni.

Tra le novità introdotte con la Legge di Stabilità 2015, si vede una proroga delle detrazioni fiscali del 65 % dedicata agli interventi di riqualificazione energetica eseguiti fino al 31 dicembre 2015 e inseriti come richiesta di detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi effettuata nel 2016.

Chi eseguirà  dei lavori di riqualificazione energetica dopo il 31 dicembre 2015 avrà ancora diritto alle agevolazioni per il risparmio energetico, ma queste prevedono una detrazione fiscale ridotta al 36 %.
Le detrazioni sono un altro ottimo motivo e incentivo per prendersi cura dell’ambiente e dei nostri cari, semplicemente risparmiando!

Manutenzione della caldaie come e quando eseguirla

Provvedere al corretto funzionamento del proprio impianto di riscaldamento è fondamentale.

Una caldaia che funziona bene, garantisce calore e protezione alla tua casa e tutte le persone che vi abitano. Ma non solo: se il tuo impianto è pulito e funzionante consumerà meno e questo significa un bel risparmio economico!

E’ doveroso ricordare che la pulizia profonda, la revisione e l’analisi dei fumi sono delle operazioni che devono essere effettuate solo ed esclusivamente da personale esperto provvisto di certificazioni e gli strumenti giusti, NON effettuate voi autonomamente questo tipo di manutenzione perchè potreste creare danni o incorrere in sanzioni.

manutenzione-caldaie-firenze

In base alla marca, al modello di caldaia che possedete e alla regione di residenza avrete degli obblighi di legge da rispettare riguardo alla manutenzione; in linea di massima, comunque, è consigliata una pulizia profonda e una revisione ogni massimo 2 anni.

MANUTENZIONE FAI DA TE  PER LA TUA CALDAIA

Se è vero che la pulizia profonda, l’analisi dei fumi e la revisione deve essere effettuata da personale esperto e qualificato (in possesso delle dovute certificazioni), è anche vero che la pulizia ordinaria potete farla voi stessi in tutta autonomia.

Vi consigliamo di fare questo genere di pulizia due volte l’anno: all’inizio e alla fine della stagione invernale. Questo agire vi garantirà una buona pulizia della caldaia e scongiurerà l’insorgere di danni derivati da sporcizia e usura.

Per procedere alla pulizia ordinaria avrete bisogno di:

  • stracci in tessuto
  • un pennello di media grandezza con setole medie
  • alcool
  • bomboletta di aria compressa

Adesso potete procedere, in questo modo:

dopo esservi assicurati di aver spento la caldaia e aver chiuso l’ingresso dell’acqua alla caldaia, togliete la manopola della regolazione della fiamma e quella dell’accensione, successivamente provvedete a sganciare il pannello di protezione (alcuni modelli di caldaia non necessitano di togliere le manopole per poter smontare il pannello, in questo caso tralasciate quel passaggio).

Adesso inizierà la pulizia vera e propria.

Utilizzando la bomboletta spray di aria compressa e il pennello iniziate a pulire il bruciatore facendo attenzione a rimuovere la fuliggine che vi troverete.

Successivamente, usando un panno in cotone imbevuto di alcool provvedete a pulire le pareti della caldaia e l’ugello di accensione (che molto probabilmente apparirà annerito e bruciacchiato).

Effettuate queste semplici ma importanti operazioni, potete richiudere la caldaia agganciando il pannello e inserendo le manopole (se il vostro modello lo prevede) e provvedere all’ultimo accorgimento: effettuare lo spurgo dei termosifoni permettendo all’aria e all’acqua di fuoriuscire.

Terminato anche lo spurgo, avete terminato la pulizia ordinaria fai da te per la vostra caldaia.

 

Ora, avrete una caldaia che funziona correttamente, che avrà un’ottima resa energetica e che vi permetterà di risparmiare sul combustibile.

Caldaie a pellet, sono davvero convenienti?

Prendersi cura dei propri cari significa anche garantire un adeguato riscaldamento agli ambienti in cui si vive. Una casa calda e accogliente regala benessere alle persone che vi abitano.

Tra le soluzioni che vengono maggiormente scelte e installate c’è sicuramente, e a ragione, la caldaia.  Tale impianto basa il suo funzionamento sulla combustione che genera calore che, a sua volta, scalda l’acqua che verrà impiegata nel circuito dei termosifoni o per il diretto utilizzo.

Leggermente diverso è il funzionamento di una caldaia “a condensazione”: quest’ultima riesce a sfruttare anche il calore presente nei fumi di scarico della combustione e lo utilizza per scaldare l’acqua. Il risparmio economico è sotto gli occhi di tutti: per raggiungere la temperatura stabilita viene consumata una minor quantità di combustibile.

caldaie pellett firenze
caldaie pellett firenze

I combustibili utilizzati sono generalmente metano e gpl, ma possono esserci soluzioni alternative efficienti e non inquinanti (o in minor quantità) tra cui il pellet.

INNOVAZIONE E RISPARMIO:  CALDAIA A PELLET

Il pellet, classificato tra le biomasse, è un combustibile ecocompatibile e viene prodotto dalla lavorazione e pressatura degli scarti della lavorazione del legno.

La caldaia a pellet può essere rivestita in acciaio, ceramica o pietra e esternamente è molto simile alla classica caldaia a gas e anche il funzionamento è similare.

Una volta in funzione, il pellet viene portato nel braciere e bruciando scalda l’acqua che verrà impiegata per il riscaldamento dell’ambiente.

La potenza termica di una caldaia è determinata: dalle sue dimensioni,dalla quantità di pellet bruciato e alla qualità del legno impiegato per realizzare questo combustibile.

In termini economici dobbiamo dire che la spesa iniziale per installare una caldaia a pellet è abbastanza sostenuto (varia chiaramente in base alla marca scelta, alle possibili funzioni aggiuntive e dalla grandezza della stessa), ma il risparmio nel tempo è considerevole.

Riscaldare la propria casa costerà meno rispetto che utilizzando una caldaia classica a gas/metano.

E’ possibile scegliere di acquistare e installare una caldaia a pellet con funzionamento “a condensazione”, in questo caso avremo un ulteriore risparmio economico perchè per raggiungere la temperatura desiderata verrà utilizzato meno combustibile.

Senza dubbio la caldaia a pellet è la soluzione ideale per riscaldare la propria abitazione in tutta tranquillità, rispettando l’ambiente e risparmiando.
Dopo avervi dato delle delucidazioni in merito, saprete valutare bene quale impianto installare.

Caldaie a risparmio energetico alcuni modelli

La caldaia è il centro del sistema di riscaldamento residenziale infatti, in base alle nostre esigenze, possiamo infatti scegliere di installarne un tipo che provvede riscaldare l’ambiente circostante (scaldando acqua per i termosifoni o aria) oppure che fornisca acqua calda per usi sanitari; tra le più utilizzate ci sono quelle che riescono a assolvere a entrambe le richieste.

Il funzionamento di una caldaia classica è semplice:

una volta accesa, la fiamma scalda una serpentina in rame (chiamata “scambiatore di calore”) che, come dice il nome,  trasferisce il calore al fluido termo-vettore che in questo caso è l’acqua che sarà impiegata nei termosifoni e quindi nel riscaldamento vero e proprio della casa.

Il combustibile usato è metano o gpl.

caldaie a condensazione a risparmio energetico
caldaie a condensazione a risparmio energetico

CALDAIA A CONDENSAZIONE, SISTEMI IBRIDI  & RISPARMIO ENERGETICO.

Tra le varie tipologie di caldaie, quelle che permettono il risparmio energetico migliore è sono quelle “a condensazione”  e i “sistemi ibridi”.

La caldaia “a condensazione” è ottima.

La resa (efficienza energetica) è ottima e il costo, per ottenere questa resa, è minimo.

Come è possibile “avere di più e spendere meno”?

Semplice: sfruttando al massimo ciò che si ha a disposizione.

Mi spiego meglio:  il funzionamento di questa caldaia è similare a quello della classica / standard, se non fosse che quella a condensazione, una volta che la fiamma ha scaldato la serpentina di rame, riesce a sfruttare, per scaldare ulteriormente l’acqua, anche il calore presente nei fumi di scarico della combustione. E’ grazie a questo che è possibile ottenere acqua calda con un minor quantitativo di combustibile utilizzato (e questo a sua volta si traduce in risparmio economico).

Il combustibile impiegato è, generalmente, metano o gpl.

Dopo anni di ricerche e progettazioni, sono stati inseriti sul mercato i “sistemi ibridi”: il massimo della resa, con il minimo sfruttamento delle risorse….. un risultato eccellente!

Questo tipo di impianto è composto da una caldaia a condensazione collegata all’impianto solare termico. Il solare termico provvederà a scaldare l’acqua (sfruttando i raggi solari) che verrà immessa nel circuito della caldaia; quest’ultima riuscirà a scaldare l’acqua utilizzando meno combustibile (perchè l’acqua è già calda).

Molte delle principali ditte che producono caldaie hanno caldaie a condensazione e sistemi ibridi, questo per offrire ai clienti la maggior e miglior possibilità di scelta.

Se state per installare una caldaia e volete acquistare la soluzione migliore per le tue esigenze, noi consigliamo sempre di appoggiarsi anche a personale qualificato che potrà valutare bene la vostra situazione, la struttura della casa e consigliarvi ottimamente.

Devi cambiare la caldaia? Alcuni consigli su come scegliere la caldaia adatta alle nostre esigenze

La caldaia, come sistema di riscaldamento familiare, è sicuramente uno dei sistemi più utilizzato e apprezzato; la sua funzione di riscaldare gli ambienti e/o produrre acqua calda è fondamentale per il benessere di una casa e delle persone che vi abitano.

Nel corso degli anni è possibile dover cambiare la caldaia e molti possono essere i motivi: state ristrutturando un appartamento (o ne stiamo creando uno nuovo) e state valutando il tipo di impianto di riscaldamento da utilizzare, oppure la vostra vecchia caldaia si è rotta, oppure vi siete accorti che il la vostra caldaia è vecchia, obsoleta e consuma troppo. Questi sono alcuni validissimi motivi per iniziare a valutare le varie possibilità che il mercato offre e scegliere la futura caldaia.

In base alle seguenti indicazioni, sarete in grado di capire quale caldaia sia più adatta alle vostre esigenze e potrete sceglierla in base: al tipo di alimentazione (il combustibile utilizzato), la tipologia di funzionamento (classico o a condensazione) e al tipo di installazione (a basamento o murale).

CONSIGLI PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE DELLA CALDAIA

vendita caldaie firenze
vendita caldaie firenze

Come orientarsi tra tutti i vari modelli, tipologie e marche al fine di fare la scelta giusta?

Quali fattori dobbiamo valutare per fare la scelta migliore?

Ecco qua alcuni consigli:

    • capire la funzione che deve avere la caldaia: se l’impianto sarà utilizzato per produrre calore e riscaldamento oppure acqua calda per uso sanitario; è possibile utilizzare un sistema ibrido che permette di ottenere entrambe le cose (riscaldamento e acqua calda);
    • sapere dove sarà collocata la caldaia: l’impianto potrà essere installato all’esterno o all’interno dell’abitazione e questo elemento è di fondamentale importanza per scegliere la giusta soluzione;
    • dobbiamo conoscere il volume dell’ambiente che vorremmo riscaldare: al fine di scegliere una caldaia che abbia la giusta resa calorica per apportare il calore ottimale alla casa (e che non sia troppo piccola o troppo grande);
    • conoscere l’efficienza energetica della caldaia: attraverso il rendimento di combustione, è possibile capire se la percentuale di energia che deriva dalla combustione è sufficiente alle nostre esigenze; più è alto il rendimento di combustione, maggiore è l’efficienza energetica e minore è il consumo del combustibile (quindi c’è un risparmio economico)

Ricordiamo, in ultimo, che per un’installazione e una manutenzione corretta e una consulenza precisa, rivolgersi sempre e esclusivamente a personale qualificato.

Adesso potrai fare la scelta giusta per te, la tua casa e la tua famiglia e scegliere la giusta caldaia.