Scaldabagno che non funziona a Firenze? Ecco alcuni motivi

La diffusione dello scaldabagno nelle case italiane, come elettrodomestico deputato alla produzione di acqua calda sanitaria, è notevole, specie quando non si utilizza la caldaia. A volte, però, può andare incontro al blocco. Come mai ci si ritrova ad affrontare il problema dello scaldabagno che non funziona?

scaldabagno-elettrico-firenze

In primo luogo, si deve verificare che il rubinetto di ingresso dell’acqua sanitaria sia aperto. Aprite perciò il rubinetto del gas a monte dello scaldabagno e selezionate la temperatura dell’acqua di vostro gradimento direttamente dall’interfaccia dei comandi. Fatta questa operazione, la spia luminosa gialla si accenderà, indicando che lo scaldabagno sta preparando l’acqua calda corrente, tramite la fiamma deputata alla produzione di calore all’interno della camera di combustione.

Il blocco più comune dello scaldabagno sta pertanto nella mancata accensione. Se entro una decina di secondi, la richiesta di produzione di acqua calda non è soddisfatta, vuol dire che l’accensione della fiamma non è stata effettuata. Ergo, lo scaldabagno è in stato di blocco. La cosa si risolve direttamente dal pannello comandi. Occorre fare il reset dello stato dello scaldabagno e ripetere l’accensione. Questa cosa, però, è meglio lasciarla fare ad un tecnico qualificato. A tal proposito, puoi metterti in contatto con il nostro staff, telefonandoci al numero in sovraimpressione.

La seconda causa più comune per uno scaldabagno che non funziona è rappresentata dal surriscaldamento del bruciatore. Il blocco è per sovratemperatura. Anche in questo caso, un tecnico abilitato avrà il compito di resettare lo scaldabagno.